Monopoli, Ciclopedonale Costa dei Trulli, dal ministero quasi 400mila euro

Serviranno per la progettazione esecutiva della nuova arteria di 20 km da Monopoli a Fasano

 

Quasi 400mila che consentiranno di presentare un progetto subito cantierizzabile. La ciclopedonale «Costa dei Trulli» è stata ammessa al primo step del finanziamento PON Infrastrutture e Reti 2014-2020 del ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti. L’idea ha infatti ottenuto 386.920, 80 per la progettazione esecutiva.

A fine gennaio il ministero aveva inserito la ciclopedonale tra i 64 progetti che avevano superato la prima fase (su oltre 185 presentati da Campania, Puglia, Basilicata, Calabria e Sicilia), oggi arriva un’altra buona notizia.

Il progetto mira a valorizzare e migliorare la fruizione di uno dei territori più attrattivi della Puglia attraverso la bici. Una ciclopedonale lunga oltre 20 km: da Monopoli a Torre Canne, per tutto il litorale adriatico attraverso le località balneari di Capitolo, Savelletri, e l’area archeologica di Egnazia.

Il percorso della ciclopedonale si integrerà con la realizzazione di una moderna velostazione (i cui lavori inizieranno a breve) nella stazione ferroviaria di Monopoli e dalla progettazione esecutiva e realizzazione di un interscambio modale nella frazione di Savelletri e il collegamento di quest’ultima con la stazione ferroviaria di Fasano.

«In tal modo, si genera un percorso ciclabile completo. Una iniziativa che vede due province coinvolte, due Comuni che vanno a braccetto in una visione sinergica di sviluppo del territorio in un ambizioso progetto che unisce insieme turismo esperienziale, ecosostenibilità e cultura», spiega il sindaco di Monopoli Angelo Annese.

Il progetto della ciclopedonale è partito nel 2019 con la sottoscrizione del protocollo d’intesa fra Regione Puglia, Mibact (segretariato regionale per la Puglia, soprintendenza archeologia, belle arti e paesaggio di Bari, Brindisi, Lecce e Taranto) Comuni di Monopoli e Fasano.

«La ciclopedonale è un progetto unico. Una dorsale di turismo esperienziale che diventerà il mezzo attraverso cui raccordare attrattori paesaggistici, storici, culturali e archeologici di grandissimo interesse e valore. Il finanziamento ministeriale è un’altra tappa vinta. Potremo presentare un progetto immediatamente cantierizzabile, in attesa di scollinare verso il traguardo definitivo della realizzazione», dice il sindaco di Fasano Francesco Zaccaria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: