Donare in sicurezza si può, anche senza Green Pass

L’invito del Centro Nazionale Sangue che chiarisce in merito alle ultime misure per contrastare la diffusione del contagio da Coronavirus: “L’accesso alle sedi di raccolta non è subordinato al possesso della certificazione verde”

 “L’accesso del donatore alle sedi di raccolta, nel rispetto delle misure di prevenzione generale a garanzia della sicurezza della donazione, non è subordinato al possesso della certificazione verde o green pass”: così scrive il direttore del Centro Nazionale SangueVincenzo De Angelis, in una nota inviata ai coordinatori e ai presidenti delle associazioni e federazioni donatori sangue.

La nota, con oggetto “Chiarimenti sulle recenti misure governative per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da Covid-19 rispetto alle donazioni di sangue ed emocomponenti” chiarisce che l’accesso dei donatori alle sedi di raccolta presso le strutture ospedaliere non rientra fra i servizi e le attività il cui accesso è consentito esclusivamente ai soggetti muniti di una delle certificazioni verdi Covid-19.

“L’invito è a dare massima diffusione alla presente comunicazione sui propri canali – conclude il direttore del Centro Nazionale Sangue – rinnovando l’invito a sostenere la donazione di sangue ed emocomponenti nell’attuale periodo estivo”.

“Ci uniamo naturalmente all’invito al dono – ha commentato il presidente di Fidas Pugliese Donatori Sangue – Odv, Corrado Camporeale – Le urgenze e gli appelli si moltiplicano ogni giorno e in questo mese di agosto non possiamo mollare nemmeno un po’. Colgo l’occasione per ringraziare i coordinatori e i presidenti delle associazioni, esprimendo loro gratitudine e comprensione per l’intenso lavoro che stanno svolgendo. L’auspicio è che quanti più cittadini possano cogliere il nostro invito e accedere alle sedi di raccolta”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: