Operazione GdF, tour abusivi alle grotte marine di Polignano

POLIGNANO A MARE – Organizzavano mini crociere nelle grotte di Polignano senza averne titolo. E’ una tra le irregolarità rilevate dai militari della Guardia di finanza di Monopoli che agli ordini del comandante Arcangelo Raffaele Gennari e con la collaborazione della motovedetta dell’Unità navale delle fiamme gialle di Bari, ha eseguito nelle scorse ore una serie di controlli a Polignano a mare, rilevando numerosi abusi. Dai controlli eseguiti nei confronti degli operatori del servizio noleggio di imbarcazioni a turisti che intendono visitare le grotte marine e la suggestiva costa di Polignano a Mare. Le attività hanno interessato il tratto compreso tra Cala Ponte e il porticciolo di San Vito. Nel corso dell’operazione, i finanzieri hanno sottoposto a controllo tutte le società impegnate nel noleggio con conducente a bordo e dalle ispezioni è emerso che gran parte delle attività venivano svolte abusivamente. Diversi i verbali e le sanzioni elevate anche alle imbarcazioni – motoscafi, gommoni, barche a vela, natanti da diporto – che ospitavano più persone rispetto al numero previsto. Ben 12 gli skipper e i proprietari sanzionati; 2 le società multate perchè non recavano il nome delle imbarcazioni da diporto. Dai controlli a terra è invece emersa una diffusa illegalità: 5 le guide turistiche non autorizzate, sono tutti di Polignano e sono stati sanzionati per esercizio abusivo della professione. I finanzieri hanno inoltre sequestrato 200 prodotti contraffatti – t shirt, cappellini, ciabatte che recavano i marchi di note griffe – in vendita nei luoghi più frequentati dai turisti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: