Mola, crisi politica, i dubbi del Partito Democratico

Il Partito Democratico molese intende manifestare i propri dubbi in merito alle vicende che hanno portando alla formazione della nuova giunta Colonna. Dubbi non sui nomi, ai quali auguriamo buon lavoro con la speranza che possano operare al meglio per il bene del paese, ma per le modalità. 

Abbiamo infatti appreso che della stessa, dovrebbe prendere parte un assessore di chiara provenienza PD: ovvero la Dottoressa Elvira Tarsitano, che ha ricoperto il ruolo di Garante del Congresso del Circolo del PD molese.

Teniamo a precisare che non vi è alcun pregiudizio o riserva nei confronti della persona e delle sue capacità politiche e amministrative, che certamente avrà modo di dimostrare. Quello che ci lascia largamente interdetti è il metodo con cui si è giunti alla designazione dell’assessore: si continua a “pescare” tra i tecnici vicini al nostro partito a testimonianza della validità dei nostri uomini e delle nostre donne. 

 

Ci preme sottolineare però che il Circolo, dopo un lungo commissariamento, ha eletto all’unanimità un nuovo direttivo per una nuova ripartenza, con l’impegno di provare a confrontarci di nuovo con passione, umiltà e servizio con la nostra comunità. Una rinnovata forza politica di nuovo pronta a misurarsi con la sfida dell’amministrazione della cosa pubblica già a partire dalla prossima tornata elettorale in piena autonomia e lealtà politica. 

Ricordiamo anche, che il PD molese non ha partecipato alle ultime elezioni comunali per oggettive difficoltà a creare una lista autorevole, libera e competitiva. Così come allora, anche oggi ribadiamo che noi non siamo rappresentati da nessuno nel Consiglio Comunale. Ognuno è rappresentante di sé stesso, ed ognuno si assume la paternità delle proprie scelte, ripetiamo, strettamente personali. Anche perché il PD è partecipazione di ideali, valori, identità: insieme. 

Non siamo semplice sommatoria di gruppi di potere e nessuno dei nostri tesserati siede nell’aula consigliare, né ci interessa partecipare a qualsiasi spartizione di poltrone. Riteniamo che esprimere un nome per un assessorato non sia né una soluzione, né qualcosa che ci interessi. Il nostro primario interesse è tornare a meritarci la fiducia degli elettori, passando attraverso le prossime consultazioni elettorali con un programma che sin dal Congresso è all’attenzione dei tesserati. 

Per quando finora detto, il Circolo PD di Mola stigmatizza e prende le distanze da quanto accaduto. 

Sottolineiamo con forza che nessuna delle scelte fatte è stata partecipata o avvallata dal Partito Democratico molese. Il nuovo coordinamento cittadino, recentemente eletto, ha in programma, al più presto, un confronto col segretario regionale del Partito, con la dirigenza provinciale e regionale. È da lì che si parte, dal partito di prossimità, dalle sezioni, dai Circoli, e a ricordarlo è il nostro Segretario Enrico Letta. 

Ci siamo candidati per cambiare le cose, non a reiterare scelte ed errori che, già in passato, hanno fatto del male al nostro partito. 

Tanto era dovuto per fare definitivamente chiarezza sui ruoli di ognuno e, soprattutto, per correttezza e trasparenza nei confronti del nostro elettorato sicuramente disorientato. 

Auguri di buon lavoro, per il bene del nostro paese. 

 

Mola di Bari, 18 agosto 2021.

 

Il Direttivo del PD di Mola di Bari 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: