Mola, omicidio Bovino, nuovamente condannato Colamonico

Nel tardo pomeriggio di oggi i giudici della Corte d’Appello di Bari hanno letto la sentenza al termine di una camera di consiglio durata alcune ore. In primo grado, nel luglio 2015, Antonio Colamonico, ex dell’estetista, era stato condannato a 25 anni di reclusione. In appello, nel novembre 2018, era stato assolto e oggi, dopo l’annullamento con rinvio da parte della Cassazione, un nuovo collegio della Corte di Assise di Appello ha ribaltato la sentenza dichiarandolo colpevole di omicidio volontario e incendio doloso, senza il riconoscimento della continuazione tra i due reati. “Mia figlia non c’è più, non tornerà più e nessuna sentenza potrà restituirmela, ma oggi dopo 8 anni finalmente è stata fatta giustizia”. Sono le parole pronunciate in lacrime da Lilian Baldo, la madre di Bruna Bovino, sostenuta da associazioni e centri antiviolenza costituitisi parte civile nel processo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: