Sprechi: “La storia dell’app del Comune di Conversano”

Il Comune di Conversano dispone di un’app, regolarmente pagata ma che i cittadini non conoscono e non utilizzano. L’ennesima storia che racconta uno spreco di denaro pubblico è stata portata alla luce in consiglio comunale. In un question time è stato evidenziato un disservizio. Questa la premessa: la procedura ad evidenza pubblica dei servizi di manutenzione delle strade prevede l’attivazione di un software che raccolga le segnalazioni dei cittadini, dalle buche alle luci rotte ai marciapiedi sconnessi alle strade a rischio allagamenti. Il Comune già dispone di questo servizio, ma come ha rilevato il sindaco Giuseppe Lovascio, “non funziona; avevamo un’app che aveva cominciato a funzionare ma di recente il manutentore ha realizzato un’app che però non è stata adeguatamente pubblicizzata. In realtà non abbiamo un’app ufficiale ed i metodi seguiti per le segnalazioni sono tra i più svariati”. Il Comune di Conversano ha tuttavia pagato per l’attivazione di questa applicazione quindi per garantire ai cittadini questo servizio negato il Comune non deve sostenere alcun ulteriore costo. I cittadini non molto arrabbiati perchè sovente non verrebbero prese in carico, dagli uffici preposti, le pec, le mail, le segnalazioni scritte. Raccolte le rimostranze, Lovascio ha assicurato una pronta verifica volta a sanare questa incresciosa vicenda che parla di spreco di pubblico denaro: l’app pagata non è mai entrata in funzione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: