850 anni di Castellana, aperti i festeggiamenti

Sono stati aperti ufficialmente sabato scorso, 18 dicembre 2021, nella chiesa madre di San Leone Magno, i festeggiamenti per gli 850 anni della comunità castellanesi che proseguiranno fino ad aprile 2022. Saranno mesi dedicati ad un programma condiviso con le associazioni del territorio, per sottolineare i passaggi più significativi della lunga storia di Castellana Grotte, a partire dall’atto fondativo del dicembre 1171. A questa data risale infatti lo “statuto di fondazione” della città con cui l’Abate Eustasio del Monastero Benedettino di Conversano cedeva a Nicola e Costantino, provenienti dalla Terra d’Otranto, la chiesa semi diruta di San Magno perché fosse riedificata e con la garanzia che gli abitanti del nuovo villaggio di “Castellano” sarebbero stati uomini liberi. Quelle poche famiglie, rappresentante da Nicola e Costantino, si insediarono facendo nascere il villaggio di Castellano, che poi sarebbe divenuta Castellana e, a seguito della scoperta delle Grotte, l’attuale cittadina di Castellana Grotte.  

Durante l’apertura dei festeggiamenti è stato presentato ed inaugurato il logo celebrativo degli 850 anni di Castellana che accompagnerà i prossimi mesi dedicati ai festeggiamenti.

Alla cerimonia di apertura sono intervenute, sabato scorso, le autorità civili locali, della Città Metropolitana, regionali e nazionali, il Vescovo Mons. Giuseppe Favale unitamente ai membri del Comitato Tecnico che sta guidando la definizione del programma di eventi rispetto a criteri di autenticità storica documentata. A nome degli organizzatori ha relazionato l’Assessore alla Cultura, Vanni Sansonetti, che sta curando da vicino l’organizzazione del programma celebrativo, e per conto del Comitato Tecnico Domenico Bulzacchelli che ha ripercorso i fatti più significativi della storia castellanese. 

Particolarmente intenso il discorso del Sindaco di Castellana Grotte, Francesco De Ruvo che ha ricordato il senso delle celebrazioni: “Cercheremo di ricordare e celebrare gli avvenimenti più significativi della nostra lunga storia e lo faremo insieme, come comunità. Perché più che un nome o un luogo è una comunità intera che vogliamo festeggiare.  E se è vero, come io credo, che esercitare la memoria serva a migliorare il presente e a costruire un futuro migliore, oggi ci accingiamo a riaprire i libri della nostra storia con uno scopo ben preciso e lo faremo tutti insieme”.

Alla cerimonia sono intervenuti, inoltre, il consigliere metropolitano Felice Indiveri che ha portato il saluto della Città metropolitana, e la Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei Ministri, Assuntela Messina, in rappresentanza del Governo. Infine, il Vescovo Mons. Giuseppe Favale ha incoraggiato la comunità di Castellana a mantenersi aperta all’accoglienza, valori insiti nelle sue radici.

E’ ancora in fase di definizione l’intero programma di festeggiamenti e per raggiungere il maggiore coinvolgimento possibile, l’Amministrazione comunale di Castellana Grotte ha prorogato il termine per aderire all’avviso pubblico di manifestazione di interesse. Tutta la comunità castellanese è invitata a partecipare, per festeggiare nel modo migliori i suoi 850 anni di storia. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: