Conversano, Resaplast a natale pianta alberi

CONVERSANO – Produrre plastica e tutelare l’ambiente. Un binomio che Resaplast crede possibile. L’azienda barese protagonista in Italia nel campo del packaging per alimenti, da tempo ha intrapreso un percorso virtuoso volto ad abbassare l’impatto ambientale della propria produzione: con impianti a basso consumo e ad energia pulita, e producendo – per scelta – solo contenitori in plastica 100% riciclabili.

E per il Natale 2021 Resaplast ha deciso di fare ancora di più aderendo al progetto “Treedom – Let’s green che planet”, una piattaforma internazionale che favorisce lo sviluppo di sistemi agroforestali nelle aree considerate i polmoni verdi del pianeta.

Se piantiamo l’albero giusto, nel posto giusto, con lo scopo giusto possiamo ottenere risultati straordinari per l’ambiente, per il pianeta e per le comunità locali”, questo il manifesto del progetto sposato appieno da Resaplast. 

L’azienda barese ha appena piantato 15 alberi in Kenya, Tanzania e Colombia capaci di assorbire in totale 1.730 kg di CO2. Nello specifico, si tratta di alberi di Calliandra, Limone, Cacao, Papaya, Markhamia e Caffè, tutte specie che rispetto ad altre riescono a purificare l’aria meglio e più velocemente. Le piantine di Resaplast sono già state affidate alle cure dei contadini locali che potranno renderle produttive, raccogliere e consumarne i frutti. Un modo per fare bene al pianeta aiutando anche le comunità di questi territori.

Ogni albero è geolocalizzato e munito di una carta d’identità che racconta e mostra, attraverso un diario online sempre aggiornato, la sua crescita, il suo impatto ambientale e la storia di chi se ne prende cura quotidianamente.

Abbiamo scelto di dare un aiuto alla nostra splendida Terra ed un sostegno alle comunità locali. Abbiamo scelto di fare qualcosa di vero e tangibile. – Sottolinea Manuela Caprio, Marketing Manager di ResaplastE questo impegno speciale vogliamo donarlo idealmente ai nostri partner che per il Natale 2021 non riceveranno panettoni o gadget ma li renderemo partecipi del nostro progetto, incoraggiandoli a crescere, come noi, in modo sano, responsabile e sostenibile”. 

In un’azienda di contenitori in plastica, da tempo una Smart Factory 4.0, scegliere la natura e l’ecosostenibilità non significa guardare indietro ma proiettarsi con fiducia verso un futuro migliore. Un futuro possibile solo grazie all’impegno di tutti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: