Nuovo Ospedale Monopoli-Fasano, lavori al 48%

La costruzione del nuovo Ospedale di Monopoli-Fasano va avanti secondo la programmazione aggiornata. Sono trascorsi 1.189 giorni dall’inizio dell’opera, con un avanzamento rispetto al totale dell’importo di contratto (incluse le perizie di variante) pari al 47,57%.  In questi giorni, con la posa di pilastri e travi, è stata avviata la realizzazione della enorme pensilina d’ingresso, vero e proprio “biglietto da visita” dell’edificio assieme alla spaziosa “agorà”, la piazza che caratterizza la hall interna.

Dal punto di vista della forza lavoro, tra febbraio e marzo sono stati impiegati in media 132 operai al giorno, con punte massime oltre le 170 unità e un ulteriore potenziamento nella settimana tra il 14 e il 19 marzo, quando in cantiere è stata registrata una presenza media di 144 operai.

Secondo quanto rilevato nell’ultimo sopralluogo (14 marzo 2022), sono in corso numerose opere edili interne ed esterne, la realizzazione di impianti elettrici e meccanici in tutti i livelli e nei diversi blocchi, il completamento di reti fognarie e pluviali.

In particolare, nelle aree esterne lungo i confini dell’edificio (lato monti e lato Nord) risultano quasi ultimati i 2 km di “muretti a secco”, una lavorazione unica realizzata con la pietra naturale – riconosciuta nel 2018 dall’Unesco come Patrimonio immateriale dell’Umanità – e parte integrante dell’eco-design del presidio. I “muretti a secco” costituiscono un elemento caratteristico fatto di blocchi di pietra realizzati ex-novo o ripristinati; stessi materiali che, opportunamente frantumati e vagliati, vengono impiegati per la viabilità interna all’ospedale, per i rinterri e per le opere di drenaggio, a conferma della grande attenzione riservata alla sostenibilità dell’opera, che prevede il recupero e il riutilizzo dei materiali del territorio.

A buon punto, sulle pareti esterne dell’edificio, risultano il montaggio degli staffaggi e l’installazione dei frangisole in legno e la posa degli infissi in vetro, che daranno vita alle facciate continue dell’ospedale. Inoltre è stata avviata in alcune corti interne la realizzazione del rivestimento in pietra e il montaggio di soglie, così come si sta procedendo alla intonacatura e alla posa dei rivestimenti in pietra sulle facciate esterne. Interventi di intonacatura sono stati eseguiti anche nella Centrale gas medicali, mentre nel Polo Tecnologico si stanno realizzando le murature interne.

Nell’edificio principale si stanno eseguendo lavori di coibentazione e impermeabilizzazione e, in diversi blocchi, è in corso il montaggio di impianti montacarichi, il montaggio delle guide di sostegno e la posa in opera di lastre in cartongesso per pareti divisorie e pannelli per controsoffittature.

In stato avanzato risultano la realizzazione dei pavimenti flottanti nei corridoi adiacenti ad alcune aree di degenza, il completamento delle chiusure di locali tecnici e la sistemazione di scale, il montaggio delle tubazioni di scarico dell’acqua piovana del sistema “Pluvia” e la realizzazione dell’impianto idrico. All’interno delle degenze, infine, si stanno completando gli impianti dei wc e installando impianti speciali, elettrici e gas medicali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: