Noicàttaro. Accolta l’istanza cautelare inerente il ricorso contro il nodo ferroviario che attraversa Lama San Giorgio

Accolta l’istanza cautelare inerente la sospensione dell’efficacia della delibera di Giunta Regionale num. 130 del 15 febbraio 2022 e degli atti antecedenti, in ordine al rinnovo dell’autorizzazione paesaggistica per il progetto del nodo ferroviario che attraversa Lama San Giorgio e che precluderebbe l’istituzione del Parco Regionale che i Comuni interessati stanno promuovendo.

Il Comune di Noicàttaro si è costituito condividendo le linee difensive dei ricorrenti tra i quali i comitati ambientalisti come “Le vedette della Lama”.

L’ordinanza del Tribunale Amministrativo Regionale è arrivata questa mattina, disponendo la sospensione della deliberazione di Giunta Regionale e tutti gli atti antecedenti con i quali veniva rilasciata l’autorizzazione paesaggistica alla realizzazione dell’opera. Il TAR ha accolto la sospensiva contro, tra gli altri, Regione Puglia, Città Metropolitana, Soprintendenza e Rfi, sospendendo gli atti e ordinando a Regione Puglia il coinvolgimento delle parti ricorrenti e del Comune di Noicattaro per selezionare il progetto idoneo meno impattante dal punto di vista ambientale e paesaggistico.

«Oggi vinciamo una battaglia nel nome della tutela di un territorio di pregio. Il TAR ha ritenuto, infatti, che avessimo ragione nel credere che ci fossero delle sostanziali violazioni tanto nel rilascio dell’autorizzazione paesaggistica quanto nella impossibilità di individuare una sede alternativa che fosse meno impattante dal punto di vista ambientale e paesaggistico alla realizzazione del nodo ferroviario che prevede lo spostamento dell’asse. Oggi, insieme ai comitati ambientalisti, potrà essere coinvolto direttamente nel riesame di tutta la progettazione posta in essere da Regione Puglia. Continueremo a portare avanti questa battaglia di civiltà nel nome della tutela di un territorio di pregio che vogliamo sia valorizzato con l’istituzione del Parco Naturale Regionale “Lama San Giorgio e Giotta», dichiara il sindaco di Noicàttaro Raimondo Innamorato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: