Mola, schiuma oleosa invade Cozze

MOLA DI BARI – Alberi sradicati, segnali stradali abbattuti, muretti distrutti, spiaggette letteralmente cancellate. E, soprattutto, tanta schiuma: onde di un bianco cangiante, simile a quello dello scarico di una lavatrice dopo la centrifuga. Nella frazione balneare di Cozze, le mareggiate delle scorse ore hanno procurato danni nei luoghi pubblici e in quelli privati. Ha destato molta preoccupazione tra i residenti, costituiti in comitato, e nelle autorità marittime la presenza di enormi chiazze spumose che hanno trasformato la battigia in un luogo «fiabesco». Non è la prima volta che questo fenomeno interessa il litorale a sud di Bari e dopo le ultime mareggiate, lungo la costa si può parlare di vero e proprio allarme per le onde di schiuma, che galleggiano sotto costa raggiungendo quasi sempre la riva. Dagli ultimi giorni dello scorso anno, da Torre a Mare a Cozze e Ripagnola è tutto un affiorare di onde biancastre, inodori e persistenti. Sono apparse all’improvviso e inaspettate e hanno raggiunto le scogliere e gli arenili, facendo rimbalzare l’allarme, anche sui social network. L’ultimo episodio, nelle scorse ore. Una larga scia di schiuma bianca ha inondato lungomare Zara a Cozze. La chiazza schiumosa e oleosa ha una coltre su certi tratti alta fino a mezzo metro. Sul fenomeno sono state informate la Capitaneria di Porto e l’Arpa (Agenzia regionale per la protezione dell’ambiente) della Puglia, che già nei mesi scorsi hanno voluto vederci chiaro, attivando i tecnici e informando la Procura della Repubblica. Lo scorso anno furono prelevati dei campioni e sono stati avviati approfonditi controlli per individuare la fonte di questo inquinamento. Anche nei giorni scorsi la schiuma è affiorata quando mare era mosso, quindi è concreto il sospetto che non si tratti di un fenomeno naturale ma dell’azione di alcuni inquinanti, come i tensioattivi contenuti in prodotti rilasciati da navi e pescherecci, che potrebbero essere stati attivati come se si trattasse di una lavatrice.
Non solo disagi da mareggiate. La frazione balneare è interessata anche da alcuni interventi, programmati dall’amministrazione Colonna per rendere più accessibile e meno caotica la località, soprattutto nei mesi estivi. Tra i provvedimenti in cantiere c’è quello che riguarda il miglioramento della viabilità e per questo, il consiglio comunale ha dovuto rivedere il progetto di realizzazione della strada di accesso ai parcheggi sul lungomare Zara: «Apprendiamo con soddisfazione – è il commento del comitato civico – dal consiglio comunale dell’ annullamento in autotutela della delibera che approvava il progetto per la realizzazione della strada di accesso all’area parcheggio sul lungomare Zara. Il comitato si è più volte battuto, in terza commissione, per spiegare l’impraticabilita dell’intervento che avrebbe reso più confusionaria la viabilità a Cozze».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: