Polignano a Mare, prescrizioni covid19

L’Amministrazione Comunale richiama la cittadinanza tutta ad osservare rigidamente le prescrizioni dettate dal Governo per contenere la diffusione del virus COVID19.

In particolare va ricordato a tutti come sia doveroso restare a casa.

È possibile allontanarsi, munendosi di apposita autocertificazione, dalla propria abitazione solo per: comprovate esigenze lavorative, situazione di necessità, motivi di salute.

Sono, per di più, assolutamente vietati gli assembramenti di persone in luoghi pubblici, aperti al pubblico e finanche all’aperto.

Le attività di ristorazione e bar possono restare aperte esclusivamente dalle ore 6 alle ore 18 – i gestori sono onerati del rispetto delle misure di sicurezza all’interno dei locali (distanza interpersonale non inferiore ad un metro per gli utenti).

Nelle giornate festive e prefestive sono chiuse le medie e grandi strutture di vendita presenti all’interno dei centri commerciali e dei mercati. Nei giorni feriali il gestore dei richiamati esercizi deve comunque predisporre le condizioni per garantire la possibilità del rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro

È possibile svolgere attività sportiva all’area aperta solo se viene rispettato il limite di distanza interpersonale di almeno un metro tra i praticanti.

Sono sospese tutte le manifestazioni organizzate nonché gli eventi in luogo pubblico o privato, compresi quelli di carattere culturale, ludico, sportivo, religioso e fieristico, anche se svolti in luoghi chiusi ma aperti al pubblico (cinema, teatri, pub, scuole di ballo, sale giochi etc.). Sono sospese, anche, le attività dei centri culturali, ricreativi, sociali, sportivi nonché le cerimonie legate alle celebrazioni di matrimoni e per esequie.
I matrimoni già fissati presso locali comunali possono essere svolti alla sola presenza di sposi, testimoni e personale comunale che devono rispettare, tra loro, la distanza interpersonale non inferiore ad un metro.

Le tumulazioni si svolgeranno in forma strettamente privata ricordando ai partecipanti di rispettare, tra loro, la distanza interpersonale non inferiore ad un metro.

Viene, poi, ricordata l’esigenza personale di lavarsi frequentemente le mani ovvero di detergerle con sostanza a base alcolica, di utilizzare fazzoletti monouso e di rivolgersi immediatamente al medico generale o al pediatra di libera scelta in caso di febbre o sintomi parainfluenzali.

In caso di febbre è assolutamente vietato uscire dalla propria abitazione.

La violazione delle prescrizioni sopra dette viene sanzionata dalle autorità di pubblica sicurezza.

Ulteriore cautela viene da ultimo raccomandata alle persone di età superiore a 65 anni a soggetti cardiopatici o immunodepressi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: