Medici di base, “nudi contro il virus”

FIMMG e CittadinanzAttiva lanciano una raccolta fondi per acquistare i “dispositivi di protezione collettiva”. Silvestro Scotti: «Abbandonati da chi avrebbe dovuto proteggere noi e i nostri pazienti, chiediamo aiuto ai cittadini»

«Ci chiamano eroi, ma ci voltano le spalle. Intanto molti di noi si ammalano e, purtroppo, muoiono come i medici di famiglia Roberto Stella e Giuseppe Borghi. Ci aiuteremo da soli, ma abbiamo bisogno anche dei cittadini». È una realtà terribile quella descritta da Silvestro Scotti, segretario generale FIMMG, che denuncia l’assordante silenzio delle istituzioni aziendali, regionali e governative sulla richiesta dei medici di medicina generale di essere dotati di dispositivi di protezione individuale. Un grido di dolore che FIMMG e CittadinanzAttiva trasformano ora in un appello a tutti i cittadini con una raccolta fondi on-Line. “Lo stato di salute dei medici deve essere una priorità, così come quella degli altri operatori in prima linea”, ha aggiunto Gaudioso. “E, come sappiamo, in questo momento, la prevenzione è l’unica arma a nostra disposizione. I dispositivi sono un bene essenziale per garantire sicurezza a chi si sta spendendo per aiutare i cittadini in questa grande emergenza”.

Si può donare tramite PayPal clicca qui per la donazione sia con bonifico bancario all’Iban IT25S0200805085000102100585 – intestato a Fimmg – con la causale Emergenza Covid-19 Acquisto Dpi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: