Coronavirus, seconda vittima a Mola

MOLA DI BARI Seconda vittima positiva al coronavirus a Mola di Bari e due nuovi contagi che portano il dato cittadino a quota dieci. Si tratta di una donna anziana. Ne dà notizia il sindaco Giuseppe Colonna: «Nella mattinata di oggi (ieri per chi legge; ndr) sono purtroppo stato informato del decesso di una nostra concittadina qualche giorno fa risultata positiva al Covid-19. Con grande forza rivolgo ai suoi familiari l’abbraccio e le condoglianze di tutta la città di Mola di Bari». La donna era stata ricoverata nei giorni scorsi all’Asclepios del Policlinico di Bari a causa del contagio che ha complicato la sua situazione clinica, già apparsa complessa ai sanitari. La donna è stata tumulata ieri, davanti ai suoi parenti più stretti, nel cimitero comunale cittadino. E’ salito, intanto, anche il numero dei cittadini risultati positivi al tampone. Ai precedenti 8 se ne sono aggiunti 2 nelle ultime ore: «un uomo adulto – informa il primo cittadino – e un ragazzo giovane» per i quali si sta procedendo alla ricognizione dei contatti avuti, alla collocazione in quarantena vigilata e laddove sono presenti i sintomi, all’esame del tampone. Non è noto se i nuovi casi diagnosticati siano collegati a vecchi contagi. Lo sono, invece, le 27 persone in osservazione giornaliera, in prevalenza contatti delle persone contagiate: familiari e colleghi di lavoro. In quarantena anche il marittimo della Costa Diadema, la nave da crociera che domenica scorsa dopo una vera e propria odissea e dopo essere stata respinta da diversi porti, nonostante la presenza a bordo di persone con crisi respiratoria, ottenne il via libera ad attraccare a Piombino, in provincia di Livorno. Sulla nave, partita da Dubai, negli Emirati Arabi, il 13 marzo scorso con i soli membri dell’equipaggio (i passeggeri sono stati rimpatriati dopo il primo caso di Covid-19 scoppiato sulla nave), erano presenti anche due molesi e un molfettese. Uno di loro, un cinquantenne di Mola che da anni lavora sulle Costa, ha accusato febbre e crisi respiratoria lungo il viaggio e ha vissuto gli ultimi giorni di navigazione attaccato ad un respiratore. Ora è in isolamento. Stanno bene il giovane molese ed il marittimo di Molfetta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: