Smart Graduation a Conversano, la città festeggia i suoi 30 neo laureati

Celebrato a Conversano lo Smart Graduation Day. Stamattina nell’anfiteatro di Villa Belvedere, alla presenza del sub commissario prefettizio Gerardo Laguardia, della direttrice dell’Ufficio Cultura Stefania Liverini e della giovane chitarrista Miriam Lorusso si è tenuto l’evento, organizzato dalla Regione Puglia, da Arti (Agenzia regionale per le tecnologie e l’innovazione) e Anci (Associazione nazionale Comuni d’Italia). Una vetrina per i giovani talenti di Conversano, costretti a laurearsi a distanza causa lockdown, che nell’occasione hanno ricevuto in dono una quercia da piantare nel nuovo parco di via Boschetto, zona Airon. «Il nostro auspicio – ha detto il sub commissario – è che questi genii mettano radici sul nostro territorio e mettano a disposizione della nostra terra le competenze e le conoscenze acquisite nelle Università, nelle Accademie e nei Conservatori». Il riconoscimento è stato assegnato ai neo dottori in economia aziendale ed economia e management internazionale Maria Rita Sisto, Maria Antonietta Fanizzi, Francesco Galizia, Davide Mancini, Valeria Schirizzi; ai laureati in Medicina e Chirurgia, entrambi iscritti al concorso per la specializzazione in Neurologia e Medicina di famiglia Pier Vito Lopriore e Licia Toscano; alla neo-farmacista Mariarosaria Galizia; alla insegnante Tonia Spinelli, che ha aggiunto la laurea in Psicologia al suo curriculum già ricco di titoli; all’ingegnere automobilistico Giampiero Genco laureatosi alla Enzo Ferrari di Modena. Due i laureati al Politecnico: Melania Murro in Design industriale, Maria Antonietta Pace in ingegneria civile e ambientale. Unico bio-ingegnere è Vito Tommaso. Laureata in Ctf (Chimica e tecniche del farmaco) e vincitrice di una borsa di ricerca alla Cattolica di Milano la neo dottoressa Simonetta Resta. In Scienze biologiche Annalisa Schirizzi, anch’essa neo ricercatrice. Al Dipartimento di Agraria si sono laureati Vincenzo Latela (futuro agronomo) e Vanni Innamorato (Scienze forestali). Arte e beni culturali nel futuro di Davide Tateo (laureato all’Accademia delle Belle Arti) e Francesca Lofano (dottoressa in Beni culturali). Il turismo ma non solo nel futuro di Ilaria Valente, brillantemente laureatasi in Interpretariato. Impegnate in campo sociale e nella formazione le dottoresse Giuliana D’Argento (Scienze del servizio sociale) e Angela Cuccinella (neo-pedagogista). Tre i neo dottori in scienze giuridiche: Linda Cavallo (futura manager dello sport), Leonardo Recchia e Chiara Campagna. Diplomato al Conservatorio Giuseppe Labbe (promettente compositore) e in Scienze motorie Walter Mangini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: