Polignano, importanti interventi a tutela del paesaggio

In seguito alla sottoscrizione del Piano Stralcio 2020 contro il dissesto idrogeologico, firmato dal Presidente della Regione, Michele Emiliano e dal Ministro dell’Ambiente, Sergio Costa, sono stati assegnati alla Puglia 15.000.000 di euro per realizzare 6 interventi di tutela del territorio. Tra le città interessate dai lavori, anche, Polignano a Mare con un progetto ritenuto “particolarmente importante per la tutela del paesaggio e del patrimonio storico pugliese”.
Come riportato dal Ministero “a Polignano a Mare è urgente intervenire all’interno della grotta Pietropaolo per bloccare la pericolosa erosione della parete rocciosa determinata dalla potente azione marina. L’incessante moto ondoso rischia di mettere in pericolo la stabilità della calotta su cui poggia parte del centro storico della cittadina pugliese più famosa al mondo. I lavori prevedono la protezione dello strato più friabile della parete a contatto con l’acqua e il consolidamento della calotta in calcarenite e comporteranno una spesa di circa tre milioni di euro. Il progetto è stato predisposto in accordo con il Comune di Polignano e si coordina con un secondo analogo intervento sulla Grotta Ardito che verrà realizzato direttamente dal Comune”. “Un intervento, questo”, fa sapere il vice sindaco e assessore ai lavori pubblici, Salvatore Colella, “che rientra nell’ottica di tutela del paesaggio, del territorio e della pubblica e privata incolumità che, per il Comune di Polignano a Mare, sono le priorità di lavoro”.
Quest’azione di tutela del territorio ha una portata molto ampia ed ha contraddistinto nel tempo l’operato del Comune.
La Giunta Comunale il 21.10.2015 approvò ed inviò alla Regione il progetto preliminare dei lavori di
consolidamento, risanamento e recupero statico funzionale delle cavità marine e delle pareti rocciose tra la Grotta Ardito e la Grotta Pietropaolo.
Era un progetto dell’importo di 11.000.000 di euro redatto dall’ufficio Tecnico Comunale, diretto dall’Ing. Giuseppe Stama, che prevedeva una serie di interventi per mettere in sicurezza la zona interessata.
Nel 2016 l’Area Metropolitana finanziò per 5.000.000 di euro l’intervento di consolidamento di Grotta Ardito la cui progettazione è in fase avanzata e si conta di appaltare i lavori entro la prossima primavera.
Per la Grotta Pietropaolo la Regione Puglia due anni fa finanziò la progettazione ed oggi si ha notizia che il Ministero dell’Ambiente ha finanziato i lavori di consolidamento per 3.000.000 di euro.
“Per l’amministrazione comunale”, continua l’assessore ai lavori pubblici, Colella, “è motivo di grande
soddisfazione vedere premiato il lavoro di tanti anni finalizzato alla tutela e salvaguardia del nostro territorio.
Continueremo ad inseguire ogni possibile finanziamento finché riusciremo a finanziare e realizzare tutti i lavori previsti nel progetto preliminare di 11.000.000 di €uro e, più in generale, per mettere in sicurezza tutta la costa di Polignano messa a dura prova dai violenti marosi. Va ricordato”, conclude Colella, fiero della continua e grande attività che si sta svolgendo a tutela del territorio comunale ed in particolare del patrimonio costiero ringraziando gli uffici comunali e quanti si adoperano per raggiungere tale fine, “che sono in corso i lavori di consolidamento della costa tra il Bastione S. Stefano e Grotta Palazzese per 5 milioni di euro ed a breve ripartiranno i lavori di consolidamento di Grotta Palazzese per altri 4.000.000 di euro”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: