Una parola di troppo, 20enne accoltellato

Una parola di troppo, il litigio, l’accoltellamento, la corsa in ospedale. Indagini sono in corso da parte dei Carabinieri per accertare la dinamica di un litigio finito con un ferimento, forse un accoltellamento, avvenuto ieri sera al termine di una partita di calcetto in una struttura sportiva di Triggiano, nel Barese. Al termine della partita, stando a questo ricostruito fino a questo momento dagli investigatori, due dei giocatori in campo, un 20enne e un 29enne, entrambi incensurati, avrebbero iniziato a litigare e il più giovane dei due sarebbe stato ferito alla zona pettorale con un’arma da taglio.
Sul posto il personale sanitario del 118 ha soccorso il ragazzo e lo ha portato al Policlinico di Bari, dove si trova ancora in osservazione, ma a quanto si apprende non è in pericolo di vita. I carabinieri hanno avviato le verifiche per accertare la dinamica e le eventuali responsabilità, anche visionando le telecamere di videosorveglianza della struttura. L’arma utilizzata non è stata ancora trovata e non è chiaro se si sia trattato di un coltello o di un altro oggetto tagliente. Sul posto i militari già nell’immediatezza hanno raccolto le testimonianze di tutti i giocatori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: