Mola, al Festival dello Sviluppo Sostenibile si parla di pesca

MOLA DI BARI – “Pesca e acquacoltura tra diversificazione e multifunzionalità: opportunità e prospettive” è il tema del convegno in programma oggi, 13 ottobre, alle 17,30, a Palazzo Roberti. Un gruppo di relatori parlerà dei rapidi cambiamenti in atto, legati ai mutamenti climatici, al riscaldamento dei mari, all’intensificazione dei traffici marittimi, all’uso delle coste, alle attività di pesca e acquacoltura. Ognuna di queste attività rischia di interferire sull’equilibrio esistente tra le specie marine e, di conseguenza, di alterare le funzioni ecosistemiche che da tali specie dipendono. Pertanto, risulta necessario tenere in particolare rilievo le relazioni che intercorrono tra le specie e gli habitat nella caratterizzazione delle proprietà strutturali e funzionali degli ecosistemi marini in un approccio sistemico che consenta di comprendere in che misura i cambiamenti osservati siano guidati dai fattori ambientali (a partire dal cambiamento climatico) o da fattori antropici (ad esempio la pesca o il marine litter). Il mantenimento dell’integrità funzionale degli ecosistemi, la tutela della biodiversità, l’adattamento e mitigazione ai cambiamenti climatici è la sfida che siamo chiamati ad affrontare per poter garantire lo svolgimento dei servizi che sono alla base della pesca e l’acquacoltura sostenibile comprese quelle nelle aree marine protette. Questo in un’ottica di apertura delle aziende alle nuove opportunità di crescita, di innovazione e di creazione di preziosi legami con il territorio incentrando il dibattito sulla diversificazione e la multifunzionalità anche per questi settori.
Il programma.
Apertura dei lavori: Elvira Tarsitano, assessora comunale Politiche Ambientali-Comunitarie, Agricoltura e Pesca, Bioeconomia. Seguiranno gli interventi di Lucia Parchitelli (consigliera Regione Puglia), Giuseppe Colonna (sindaco di Mola), Giuseppe Ferrandino (parlamentare europeo, vicepresidente della commissione Pesca), Francesca Portincasa (coordinatrice dei servizi tecnici Acquedotto Pugliese), Massimo Zuccaro (amministratore scientifico del CIHEAM di Valenzano), Enzo Lavarra (consulente della Città metropolitana di Bari sulle risorse naturali), Pasquale Ferrante (direttore Legacoop Puglia), Chiara Introna (presidente Associazione John Aps), Nicola Ungaro (direttore Centro Regionale Mare – ARPA Puglia). L’evento, collegato agli obiettivi 12, 13, 14 dell’Agenda 2030, rientra nel programma ufficiale dell’edizione 2021 del Festival dello Sviluppo Sostenibile promosso dall’Asvis.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: