Polignano, Torres sul servizio di raccolta rifiuti

Da lunedì 29 novembre partirà a tutti gli effetti il nuovo servizio di igiene urbana e di raccolta dei rifiuti. Per permettere a tutti di conoscere le novità e rispondere agli eventuali dubbi e alle perplessità, l’Amministrazione ha organizzato per il mese di novembre un calendario di incontri aperti a tutti i cittadini, i quali hanno avuto la possibilità di incontrare i rappresentanti della nuova azienda, per conoscere più da vicino le nuove regole di conferimento. “Gli incontri hanno avuto una scarsa partecipazione – spiega il segretario Onofrio Torres di Noi al Centro – anche a causa di una comunicazione istituzionale che non è stata in grado di raggiungere tutte le utenze. Intanto tra i cittadini restano tanti dubbi e perplessità, soprattutto per quello che riguarda il calendario settimanale della raccolta dei rifiuti. Nei condomini ci sono dei volantini che riportano i giorni di raccolta, mentre sul sito internet c’è un calendario diverso, che riporta i giorni di raccolta attuali, ma senza alcuna data di riferimento. Questo non fa altro che creare confusione tra i polignanesi, che restano in stato di preoccupazione soprattutto per quello che riguarda la raccolta dell’umido e dell’indifferenziato, i cui giorni sono diminuiti notevolmente”.

Il gruppo consiliare di Noi al Centro ritiene che le nuove modalità di conferimento dei rifiuti e il nuovo servizio non porteranno alcun vantaggio per i cittadini. “Con il nuovo servizio cambieranno i giorni di conferimento e anche gli abbinamenti – dice ancora Pellegrini – siamo convinti che questo nuovo servizio non comporterà nessun vantaggio per i cittadini: non ci saranno sconti in bolletta e tutto il lavoro sarà scaricato sui polignanesi, che dovranno differenziare i rifiuti come è giusto che sia, ma che dovranno tenersi per tanti giorni i rifiuti in casa, visto che i giorni di conferimento sono diminuiti. Cosa accadrà d’estate con l’umido che non sarà raccolto tutti i giorni? Non è accettabile che la tassa sia sempre la stessa con un servizio peggiorato e che peserà notevolmente sui cittadini. E’ anche sicuro che i residenti delle campagne e delle contrade saranno i più penalizzati, pur pagando le stesse tasse di tutti. Dal nuovo servizio ci si aspettavano tante migliorie, ma in realtà con il nuovo appalto saranno fatti tanti passi indietro – conclude Onofrio Torres – Negli altri comuni dell’Aro Bari 8 sono state già installate delle isole ecologiche, da noi non ci sono. L’Amministrazione avrebbe dovuto fare la sua parte, prima di chiedere sacrifici ai cittadini. Così non è stato”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: