Vaccini Amati: “4mila dosi domenicali”

“Il virus non si prende la domenica di riposo. È indubbio che oltre 4mila dosi sono un dato in netto miglioramento rispetto alle 40 o alle 139 dosi delle domeniche precedenti ma dobbiamo migliorare. Invito tutti a leggere la storia del dipendente Eni che è il paziente zero della nuova variante Omicron. Ha ripetuto più volte che grazie al vaccino ha lievi sintomi e i suoi familiari stanno bene ma anche che il test eseguito prima del decollo dal Mozambico era risultato negativo. Una risposta chiara a chi sostiene che il test sia più efficace del vaccino nel contrasto al contagio”.

Lo dichiara il presidente della Commissione regionale Bilancio e programmazione Fabiano Amati, commentando i dati della campagna vaccinale aggiornati alle ore 6:13 del 29 novembre 2021.

“Nella giornata di ieri, 28 novembre, sono state somministrate 4.323 dosi. Meno 16.493 dosi rispetto al 27 novembre, meno 24.396 dosi rispetto al 26 novembre e meno 25.356 dosi rispetto al 25 novembre.

Le 4.323 dosi somministrate ieri sono così suddivise: 4.100 richiami, 176 prime dosi, 44 seconde dosi e 3 a persone con pregressa infezione.

Le dosi di richiamo (booster), inclusa la platea degli over 40, somministrate sinora sono 344.187, su un totale complessivo di 1.032.770. Ne restano dunque da vaccinare con dose di richiamo 688.583, pari al 33,33 per cento del target.

Nella classifica nazionale della vaccinazione per la terza dose la Puglia al sedicesimo posto con l’8,76 per cento.

La popolazione pugliese che rientra nella fascia d’età vaccinabile contro il Covid è di 3.544.797 abitanti: di questi hanno ricevuto la prima dose l’87,25 per cento, anche la seconda l’81,39 per cento.

Sono invece 479.126 i pugliesi che non hanno ancora ricevuto alcuna dose di vaccino.

Abbiamo in giacenza 561.333 vaccini.
Al momento la percentuale di occupazione delle terapie intensive pugliesi è ferma al 4,56 per cento. Più nel dettaglio ci sono complessivamente 22 ricoverati in terapia intensiva su 482 posti letto disponibili. I ricoverati in area non critica sono 137 su 2745 posti letto disponibili”.

Per ulteriori informazioni consultare il portale https://www.fabianoamati.it/covidreport/home

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: