Castellana Grotte: Noi DifferenziAMO – la raccolta differenziata comincia a scuola

In seguito al doppio riscontro positivo del progetto “Caccia al rifiuto” che ha visto cimentarsi gli alunni dei due istituti primari di Castellana Grotte, sbarca anche quest’anno nel territorio delle Grotte, un’interessante iniziativa che vede nuovamente protagonisti i bimbi in un’avvincente attività ludico/educativa pronta a mettere in competizione le due scuole primarie Tauro e Angiulli. I bambini, per una settimana scolastica, saranno i pionieri della raccolta differenziata prossima al principio su Castellana Grotte nel progetto intitolato “ Noi differenziAMO. Gli ambienti domestici delle famiglie castellanesi, saranno presumibilmente messi nuovamentee a soqquadro dai piccoli partecipanti impegnati nella ricerca di tutte le tipologie di rifiuto che caratterizzano la vita quotidiana rientranti nelle seguenti categorie: umido, alluminio, plastica, carta, vetro, RAEE e indifferenziata.  Il curioso progetto, patrocinato dal Comune di Castellana Grotte, ideato promosso e finanziato dall’azienda Multiservizi s.p.a. in collaborazione con Terracube s.r.l., che si avvale della prezioasa collaborazione dell’associazione Trullando; grazie al fondamentale supporto dei gruppi docenti delle 2 scuole castellanesi, si pone come principali obiettivi: stimolare il corretto comportamento con il mondo dei rifiuti da differenziare per mezzo del sano divertimento stimolato dalla competizione che diventa un’occasione di incontro; contatto forte con il territorio; di apprendimento e solidarietà con il concetto di senso civico declinato nell’idea di salvaguardia ambientale.  Tutto ciò si realizza tramite una semplice regola: il rifiuto deve essere riconosciuto e separato a casa! Il tutto si svolgerà sottoforma di “avventura” collettiva, che coinvolge i bambini, le loro famiglie, il territorio su cui poggeranno i loro passi e la comunità che lo abita. Il rifiuto, ogni giorno uno diverso, una volta differenziato, sarà riposto necessariamente in sacchetti biodegradabili, facilmente reperibili presso attività commerciali locali sensibili. Successivamene, i rifiuti saranno portati a scuola, controllati, pesati e conferiti in apposite “isole di prossimità”, per così permettere di calcolare un punteggio utile alla proclamazione dei vincitori.  Che la raccolta abbia inizio! Per i vincitori in palio premi avventura.  Al termine della raccolta, saranno premiati l’istituto, la classe e l’alunno più virtuoso. Il progetto si svolgerà tra il 25 e il 29 Maggio 2015 e la raccolta materiale dei rifiuti sarà effettuata dalle 7,45 alle 8,15 all’interno del cortile di ogni singolo istituto. La cerimonia di proclamazione avverrà l’ 8 Giugno presso la scuola elementare “A. Angiulli”. Trullando e il suo staff di esperti operatori volontari si occuperà dell’intero svolgimento del progetto.

Raccolta differenziata – specifica delle frazioni

Carta e cartone

SI

giornali, riviste, quaderni, libri, carta da pacchi, cartoncini, depliant, volantini, fotocopie e fogli vari, sacchetti di carta, scatole di cartone (es. per scarpe o alimenti: pasta, riso, sale, etc.), fustini dei detersivi, imballaggi di cartone, blister, tetrapak e cartoni per bevande in genere (latte, succhi di frutta, acqua e vino), carte che contengono piccole parti di materiale diverso (es. finestre di plastica sulle buste o sui cartoni di pasta)

NO

copertine plastificate, carta unta o sporca di colla o di altre sostanze, carta oleata, carta chimica per fax o auto copiante, carta carbone, carta da parati, carta pergamena, bicchieri e piatti di carta/plastica, carta stagnola, polistirolo, pinze di cartellette, raccoglitori, fazzoletti sporchi

Come fare

i cartoni e le scatole vanno ripiegati per ridurne il volume; buttare la carta e i giornali senza buste e involucri in plastica, togliere i punti metallici.

Plastica

SI

tutti gli imballaggi contraddistinti con le sigle: PE, PP, PVC, PET, PS; bottiglie in plastica (per acqua minerale, bibite, oli alimentari, succhi di frutta e latte), flaconi (per detersivi, per prodotti per l’igiene personale o della casa, per salviette umide, per cosmetici), bicchieri e piatti di plastica, pellicole per alimenti, buste e sacchetti in plastica, cassette in plastica per frutta e verdura, vasetti per yogurt, vaschette porta uova, vaschette per salumi, scatole e buste per il confezionamento degli abiti, reggette per legatura pacchi, tappi in plastica per bottiglie

NO

tutto ciò che non è un imballaggio in plastica, tutti gli arredi, piatti e posate di plastica rigida, giocattoli, elettrodomestici, tetrapak, carta/cartone, CD/ DVD/VHS e relative custodie, barattoli per colle, solventi o vernici, tubi in PVC e manufatti in plastica rigida

Come fare

si raccomanda di svuotare e sciacquare i contenitori sporchi. Gli imballaggi non devono contenere residui di rifiuti organici e di sostanze pericolose. Schiacciare sempre le bottiglie di plastica per ridurne il volume

Vetro

SI

contenitori di vetro: bottiglie di vetro sia bianche che colorate, barattoli, vasetti per alimenti, vasetti per creme e cosmetici, flaconi, bicchieri rotti, piccoli oggetti di vetro rotti, etc

NO

occhiali, pyrex, stoviglie destinate ai forni a microonde, specchi e cristalli, vetri dei caminetti o dei piani di cottura, vetri per finestre, ceramica, porcellana, terracotta, lampadine e neon, vetro accoppiato, vetro retinato, barattoli che abbiano contenuto prodotti chimici pericolosi (vernici, solventi, olio motore, benzina, trielina, etc.)

Come fare

i contenitori vanno inseriti direttamente privi di liquido e/o prodotto e, se possibile, i contenitori sporchi devono essere ben sciacquati e sgocciolati. Togliere eventuali tappi di metallo dai barattoli.

Alluminio

SI

lattine per bevande e alimenti (ad esempio bibite, olio, etc.), scatolette per la conservazioni dei cibi (ad esempio scatole di pelati, piselli, tonno, etc.), scatole di confezioni regalo (biscotti, cioccolatini, caramelle, dolci, liquori, etc.), lattine da cibo per animali, vaschette in alluminio, tappi e chiusure per vasi e bottiglie, bombolette esaurite per alimenti (es. panna spray) e prodotti per l’igiene personale (es. deodoranti, etc.) che riportino la sigla FE40 o ALU41

NO

barattoli che abbiano contenuto prodotti chimici pericolosi (es. vernici, solventi, olio motore, benzina, trielina), tutto quello che non è alluminio o acciaio.

Come fare

i contenitori vanno inseriti direttamente privi di liquido e/o prodotto e, se possibile, i contenitori sporchi devono essere ben sciacquati e sgocciolati.

Organico

SI

scarti di provenienza alimentare e vegetale: qualsiasi scarto di cucina, pane, pasta, riso, carni, piccoli ossi, gusci di conchiglie, crostacei, molluschi, gusci di uova, scarti di frutta e verdura, formaggi, alimenti deteriorati, fondi di caffè e filtri di tè, piatti e bicchieri biodegradabili, piantine recise e potature di piccole piantine, ceneri spente di caminetti

NO

alimenti liquidi, ossi di grandi dimensioni, mozziconi di sigaretta, lettiere per animali, grassi e oli, legno trattato o verniciato o in grosse pezzature, alimenti confezionati o qualsiasi rifiuto di natura non organica (pannolini, assorbenti, etc.)

Come fare

per il conferimento degli scarti alimentari devono essere utilizzati solo le buste in materiale compostabile e/o biodegradabile

Indifferenziato (secco residuo)

SI

solo i materiali che non possono essere destinati alla raccolta differenziata dei rifiuti: gomma, gommapiuma, cocci di ceramica, mozziconi di sigarette, lettiere per animali, rasoi monouso, stracci, pannolini, assorbenti, garze, cerotti, piatti e bicchieri non di vetro, posate di plastica dura, carta chimica o oleata o sporca, piccoli giocattoli non elettronici, filtri e sacchi per aspirapolvere, CD/ DVD/VHS e custodie

NO

rifiuti differenziabili e tutto ciò che può essere portato al Centro Comunale di Raccolta o prelevato a domicilio dal gestore, rifiuti pericolosi, rifiuti ingombranti o elettronici anche se smontati, sostanze liquide, pneumatici o batterie per auto, materiali accesi, rifiuti derivanti da costruzioni e demolizioni (inerti, calcinacci, etc.), materiali metallici che possono recare danni ai mezzi durante la raccolta ed il trasporto

Come fare

i rifiuti devono essere sempre ben chiusi in buste o involucri a cura dell’utenza.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: