MOLA Michelangelo Aniello campione del mondo di biliardo a Lugano

A Lugano, in Svizzera, l’Italia ha vinto per la prima volta il campionato mondiale di biliardo, a squadre. In un Pala Conza che traboccava di tifosi, la squadra azzurra della specialità cinque birilli ha superato in finale l’Uruguay con un secco 3-0. È stato un match praticamente senza storia, con Andrea Quarta, Matteo Gualemi, Daniel Lopez e Michelangelo Aniello che hanno battuto la rivelazione Uruguay di Diego Capote, Diego Vidal, Juan Carlos Montes de Oca e Alejandro Moran. Percorso netto per l’Italia, approdata alla finale iridata dopo aver superato in semifinale la Germania. Nella squadra azzurra, due i pugliesi: Andrea Quarta, 36enne di Nardò (Lecce) e Michelangelo Aniello, 42enne di Mola di Bari, che replicano il trionfo a squadre conquistato all’Europeo 2017 a Brandeburgo (Ger). Entrambi i nei iridati sono considerati tra i giocatori di maggior talento al mondo. Quarta, cresciuto alla scuola del maestro Nestor Gomez, a Pompei (Na), attualmente vive a Moncalieri (To) e in carriera aveva vinto il titolo iridato, nel singolare, nel 2008. Anche Aniello (che gestisce a Mola un centro sportivo di biliardo 5 birilli e goriziana) aveva vinto nel 2006 il Mondiale nel singolare, mentre non gli era mai riuscito l’assalto al titolo a squadre

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: