Monopoli: Sonia Giulia Cazzorla (M5S) risponde al sindaco Annese

Caro Sindaco Annese, mi sento di dover rispondere al tuo post di ringraziamento alla Senatrice del M5S, pubblicato sulla tua pagina Facebook: leggo che ci tieni molto a sottolineare tutto il lavoro e l’impegno del Comune di Monopoli sul tema ambientale, gli incontri con gli enti preposti ( 3 per la precisione dal 2017 ad oggi, dei quali ho appena scoperto, con un accesso agli atti, che non esiste nessun verbale!!!), e l’aver chiesto una settimana fa, SOLO una settimana fa, , alla Regione di farsi promotrice presso l’Arpa della richiesta di una centralina mobile, nonché di maggiore attenzione agli inquinanti di tipo industriale.
Hai però omesso di dire che la città è preoccupata per la salubrità dell’aria da almeno 10 anni, che ha chiesto un monitoraggio ambientale completo da almeno 3 anni, e che l’ha fatto con una delibera votata all’unanimità datata 23 maggio 2017 ( rimasta in standby fino ad oggi) e con una petizione popolare firmata da oltre 3200 cittadini che giace in qualche cassetto dell’ente. Hai omesso di dire che la città da tempo, troppo tempo, manifesta, si lamenta, e chiede risposte concrete mai ricevute ed hai omesso di dire che alle segnalazioni odorigene inviate con la tua tanto amata segnalApp, dal 2018 ad oggi, l’Arpa Puglia non solo non ha fatto seguire una indagine per capirne le cause, ma dirla tutta non si è mai degnata neanche di rispondere. Per ultimo hai omesso di dire che proprio tu, fino al 15 ottobre 2019, dichiaravi in commissione ambiente e sui social, che a Monopoli non esisteva alcuna criticità rilevata dall’Arpa, quindi non esisteva alcun problema inquinamento a Monopoli, sminuendo le preoccupazioni dei cittadini, salvo poi esattamente una settimana dopo, il 22 ottobre, folgorato sulla via del Municipio, cambiare idea!
Ecco caro Sindaco, invece di ringraziare la Senatrice L’Abbate, dovresti chiederti come mai siamo dovuti arrivare a tanto, come mai siamo diventati oggetto di una interrogazione parlamentare (la seconda se vogliamo essere precisi). Forse se il tuo predecessore prima, e tu dopo, aveste dato la giusta attenzione all’ambiente, se aveste ascoltato la voce dei cittadini preoccupati, se aveste ascoltato gli attivisti del M5S invece di chiamarli “terroristi” dall’alto di un palco elettorale, se ci fosse stata una collaborazione vera con l’opposizione che da sempre ha sollevato la questione ambientale, forse non ci sarebbe stato motivo di scomodare un Senatore della Repubblica ed il nome della nostra città oggi verrebbe nominato solo per le bellezze del territorio.
Ecco caro Sindaco di Monopoli, piuttosto che ringraziare qualcuno, ti invito a riflettere in silenzio.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: