A Brooklyn monumento-omaggio ai migranti di Mola

Un monumento-omaggio ai migranti che da oltre un secolo scelgono gli States, in particolare New York, per garantirsi un futuro dignitoso. Verrà realizzato a New York, tra Long Island e Brooklyn dove risiede gran parte della comunità molese d’America, grazie alla collaborazione tra la municipalità newyorchese, l’amministrazione comunale di Mola e l’Accademia delle Belle Arti di Bari che a Mola ha la sua sede decentrata. Ne dà notizia il sindaco Giuseppe Colonna alla vigilia del suo viaggio nella grande Mela dove parteciperà al New York Travel Show 2020 in programma dal 24 al 26 gennaio, presente anche la Regione Puglia nell’ambito del progetto europeo Sparc, per la valorizzazione e promozione dei prodotti dell’enogastronomia locale, ma anche per annunciare la realizzazione di un progetto artistico in collaborazione con l’Accademia delle Belle Arti, che rappresenti un ponte tra Mola e la città statunitense, meta di molti molesi tra l’’800 e il ‘900. «Il nostro Comune vuole rendere omaggio a tutti i migranti molesi – dichiara il primo cittadino – alle loro sofferenze e ai loro successi, attraverso la realizzazione di un’opera scultorea composta da due parti, una da installare a New York l’altra nella nostra città. Sarà il simbolo del legame indissolubile che tantissimi nostri concittadini hanno mantenuto con Mola, anche attraverso le nuove generazioni, dopo aver lasciato la propria terra e, anzi, ricostruendo, pur a migliaia di chilometri, una catena di solidarietà e continuità culturale. Abbiamo già approvato una delibera di giunta al riguardo e nei prossimi giorni firmeremo con l’Accademia un protocollo di collaborazione e successivamente individueremo i siti. Il New York Travel Show sarà l’occasione giusta». Mola parteciperà al più importante appuntamento pubblico di comunicazione delle destinazioni turistiche del Nord America, grazie al progetto Sparc, finanziato dal Programma Interreg Grecia Italia, partner Regione e Teatro pubblico pugliese. Mola è tra le amministrazioni individuate nell’ambito dell’avviso pubblico che punta anche alla valorizzazione e promozione internazionale dei prodotti tipici attraverso un percorso di cooperazione e accompagnamento degli operatori coinvolti. «Si tratta di una occasione imperdibile per Mola – dichiara Colonna che farà parte della delegazione pugliese – non solo per la presenza di tour operator, giornalisti, influencer e blogger ma anche per porre le basi per far diventare Mola sede del progetto Sparc, con la realizzazione di attività di promozione e valorizzazione del prodotto tipico locale». Dopo New York, Mola sarà presente agli appuntamenti fieristici di Milano, Berlino, Mosca e Rimini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: