Pellegrini sulla quota per Via Francigena

L’Amministrazione comunale di Polignano ha liquidato la quota associativa di 1.950 euro per l’anno 2021, per l’adesione della cittadina polignanese all’Associazione Europea delle vie Francigena. Con la deliberazione del consiglio comunale del 15 ottobre 2019, infatti, il Comune di Polignano a Mare ha aderito all’Associazione Europea delle Vie Francigene in qualità di socio ordinario, approvandone e condividendone lo Statuto e disponendo di concorrere all’attività che l’Associazione persegue, approvando la spesa annuale prevista a titolo di quota associativa. La Via Francigena promuove un patrimonio legato alle identità culturali europee partendo da un itinerario storico che si esprime attraverso un fascio di strade, sulle quali si è formata la storia dell’Europa nei secoli scorsi. L’associazione si è formata il 22 aprile 2001. In qualità di soggetto abilitato ufficialmente dal Consiglio d’Europa, l’AEVF dialoga con istituzioni europee, regioni, collettività locali per promuovere i valori dei cammini e dei pellegrinaggi, partendo dallo sviluppo sostenibile dei territori attraverso un approccio culturale, identitario, turistico.

“Come abbiamo avuto modo di ribadire in più occasioni, la presenza della città di Polignano all’interno di questo progetto rappresenta una buona opportunità per la nostra città – spiega il consigliere comunale Domenico Pellegrini di Noi al Centro – ma è necessario avere le idee chiare di quello che si vuol promuovere in tal senso, altrimenti si rischia di perdere tempo, opportunità e risorse. L’adesione all’associazione europea ha un costo annuo di quasi due mila euro. Negli ultimi anni, la quota di adesione è anche aumentata. Credo che sia inutile spendere risorse senza avere un progetto serio da offrire ai pellegrini e ai camminatori. E’ pertanto importante lavorare bene, altrimenti si rischia di disperdere soltanto risorse”.

Il territorio del Comune di Polignano è interessato dal tracciamento ufficiale della Via Francigena, nella direttrice” Via Traiana”, un tratto importante, che per il consigliere comunale Domenico Pellegrini di Noi al Centro, andrebbe maggiormente valorizzato dall’Amministrazione. “La presenza della cittadina polignanese nel percorso della famosa Via Francigena non può che essere un motivo di vanto, poiché il progetto punta a valorizzare tutto il territorio a livello internazionale. Tuttavia, non basta pagare la quota associativa all’associazione per valorizzare il territorio. – spiega ancora Pellegrini – Come abbiamo già evidenziato, il percorso sul territorio polignanese non è ben valorizzato, poiché la segnaletica che indica il percorso della via Francigena sul territorio polignanese è quasi del tutto assente, fatta eccezione per piccoli segnali di colore rosso che passano inosservati. Ad oggi, non c’è nulla che l’Amministrazione Vitto abbia fatto per valorizzare questo tratto di itinerario. Lungo il tratto polignanese la segnaletica è davvero quasi del tutto invisibile. Per di più, un pezzo polignanese della via Francigena è anche bloccata da una ringhiera, che di fatto blocca il percorso dei camminatori”.

Per il consigliere comunale Domenico Pellegrini di Noi al Centro occorre fare di più per valorizzare il tratto polignanese. “Negli altri comuni il tratto della via Francigena è molto segnalato rispetto a quello presente sul nostro territorio – conclude Pellegrini – Il comune di Polignano aderisce all’Associazione Europea delle Vie Francigene corrispondendo un costo annuo di quasi due mila euro. In compenso, l’Amministrazione non è in grado di offrire nessun servizio ai camminatori. Già a partire dalla segnaletica, che è quasi del tutto assente. Ci auguriamo che l’Amministrazione Vitto voglia valorizzare di più questo tratto, che ha tante potenzialità”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: