Gioia, su Infopoint e piscina Paradiso e Pavone vogliono vederci chiaro

di ANTONELLA CAMPAGNA – Donato Paradiso e Milena Pavone, consiglieri comunali de “La città possibile” e de “La Bottega”, non mollano sulla piscina comunale e chiedono spiegazioni anche sulle attività dell’Infopoint Turistico. Hanno sottoscritto, infatti, un’interpellanza, per la prima questione, ed una interrogazione, per la seconda, indirizzate al Sindaco ed al Presidente del Consiglio Comunale di Gioia del Colle.

Sulla piscina comunale i due consiglieri insistono e chiedono di nuovo di conoscere: lo stato dei rapporti tra l’attuale gestore della “Piscina Comunale” e il Comune; quali siano le iniziative che l’Amministrazione vuole avviare per assicurare le attività nella prossima stagione; lo stato della manutenzione ordinaria dell’impianto ed infine di procedere con uno studio di fattibilità di un nuovo modello di gestione, seppure, scrivono, in presenza di un contratto in essere con l’attuale gestore così da modificare, eventualmente, alcune condizioni attualmente previste in considerazione delle criticità emerse. Sono le stesse domande che i consiglieri hanno posto più di tre mesi orsono in una interrogazione per le quale non hanno ricevuto risposta e, probabilmente, anche in virtù di ciò hanno ritenuto, questa volta, di chiedere che le delucidazioni vengano date in Consiglio Comunale.

Per quanto riguarda l’Infopoint Turistico, invece, i dubbi ruotano intorno al calendario di attività che lo stesso ha organizzato accedendo ad un finanziamento regionale a cui si è aggiunto un contributo comunale. Il tema non sono gli eventi in sé, ma come si è arrivati a definirli ed a scegliere i soggetti attuatori. In sostanza i due consiglieri chiedono di sapere se, per un calendario di eventi che è costato quasi 18.000 euro, sono state sentite le Associazioni locali eventualmente interessate a tale progetto; se per l’attuazione dello stesso è stato emanato un Avviso Pubblico per dare la possibilità alle Associazioni interessate di potersi candidare ed in ultimo quali sono i criteri adottati dalla Cooperativa CONHOME, affidataria della gestione dell’Infopoint, per l’individuazione dei soggetti coinvolti nella attuazione delle iniziative previste nell’ambito del calendario approvato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: