Primo maggio, attività commerciali in vendita Rutigliano

“Cedesi attività. Per informazioni rivolgersi al Governo Italiano”. I cartelli esposti da molte attività sono eloquenti. Anche a Rutigliano, la città dell’uva, il settore del commercio è in ginocchio. I 600 euro del decreto liquidità non bastano neppure a coprire le spese di questi due mesi di blocco totale. A Rutigliano, stamattina, un gruppo di commercianti ha deciso di mettere in vendita le proprie attività ed è sceso per strada per manifestare un malcontento diffuso un po’ dappertutto. Secondo fonti giornalistiche, l’iniziativa sarebbe stata “stimolata” dal politico della Lega Nuccio Altieri, ex parlamentare e attuale presidente dell’Invimit. In altre città, Bari compresa, molti commercianti hanno consegnato le chiavi ai sindaci. Alcuni lo hanno fatto simbolicamente, altri concretamente. (FOTO Tg Norba)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: