Il futuro è made in Puglia

Il Piano Nazionale di Recupero e Resilienza l’ha messo nero su bianco. Per conseguire gli obiettivi della Missione 4, “Istruzione, formazione, ricerca e cultura”, il Governo italiano si impegna a lavorare sul “potenziamento della rete degli Istituti tecnici superiori (ITS) da connettere in maniera più forte alle esigenze e alla vocazione economica dei singoli territori”.

A questi temi è dedicato il forum intitolato “Il futuro Made in Puglia”, organizzato da Titti Cinone, Giulio Agnusdei e Pier Paolo Miglietta, di Azione Puglia.

Ad ispirare gli organizzatori, la convinzione che solo la sinergia tra le forze vive del territorio possa costituire la carta vincente per il rilancio dell’occupazione nella nostra Regione.

Ruolo fondamentale avranno dunque gli ITS, “Istituti tecnici superiori”, fondazioni di partecipazione che vedono coinvolte le Amministrazioni locali, le filiere produttive e la formazione professionalizzante di livello post secondario.

Da queste scuole dovranno uscire i tecnici di alto livello dei quali la Puglia ha bisogno per rilanciare e vedere affermate le proprie specificità ed eccellenze produttive: dall’agroalimentare alla meccanica, all’aerospaziale.

Il Forum si svolgerà nelle due giornate di Giovedì 25 Marzo e 1 Aprile, alle 18, in diretta Facebook sul canale ufficiale regionale del partito fondato da Carlo Calenda: www. facebook.com/azionepuglia/

Ai partecipanti al Forum sarà offerta la possibilità di interagire con i relatori, tutti esperti di primo piano nel settore delle Risorse umane, del Reclutamento del personale, dell’Istruzione superiore e dell’Università.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: