Monopoli, Ospedale, Urologia a pieno regime

Nell’Ospedale di Monopoli sono tornati a pieno regime gli interventi chirurgici di Urologia funzionale. L’Unità Operativa Semplice a valenza Dipartimentale di Urologia dell’Ospedale San Giacomo, diretta dal dr. Vito Ricapito, ha potuto riprendere l’attività grazie alla collaborazione del dr. Alessandro Sansonetti, Direttore di Presidio, e alla disponibilità del personale del Blocco Operatorio diretto dal dr. Francesco Sparviero «Questo tipo di attività chirurgica – spiega Ricapito – è molto importante perché finalizzata alla risoluzione di patologie a forte impatto emotivo e sociale in grado di condizionare fortemente le attività quotidiane e la sfera affettiva personale».

Le patologie urologiche funzionali riguardano uomini e donne. Rientrano in questa categoria le incontinenze dovute a prolassi, a pregressi interventi chirurgici o a patologie neurologiche. Altro considerevole gruppo di patologie funzionali è rappresentato da quelle tipicamente andrologiche, in particolare il deficit dell’erezione, dovute a patologie croniche invalidanti come il diabete o le cardiopatie, oppure conseguenza di interventi chirurgici su prostata retto e vescica; vi rientrano anche le curvature del pene sia congenite sia acquisite e i disturbi urinari da stenosi dell’uretra.

Questo tipo di chirurgia richiede un’équipe medica composta da professionisti altamente specializzati. Nelle sale operatorie del Presidio Ospedaliero di Monopoli, per quanto riguarda la sfera delle patologie femminile, il dr. Alberto Saracino esegue interventi per il trattamento della incontinenza con benderelle medio-uretrali, dei prolassi genitali e di impianto di neuromodulatori sacrali. Saracino è inoltre responsabile dell’Ambulatorio di Urodinamica e coordinatore del Centro Regionale per la Cistite Interstiziale. Per quanto riguarda le patologie maschili, il dr. Fabrizio Palumbo – urologo-andrologo e responsabile scientifico della Società Italiana di Andrologia –  esegue interventi di chirurgia andrologica, segnatamente impianti di protesi peniene, protesi sfinteriche urinarie e interventi di correzione di curvature peniene. «Con questa tipologia di interventi – sottolinea il dr. Alessandro Marano, sostituto responsabile della UOSVD – abbiamo ripreso a trattare pazienti con patologie molto diffuse e capaci di incidere nella loro vita sociale, ampliando ulteriormente l’offerta di prestazioni a disposizione dell’utenza afferente alla Unità operativa di Urologia dell’Ospedale Di Monopoli».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: