Ucraina, Alberobello avvia raccolta di beni di prima necessità

Medicinali e generi alimentari di prima necessità: antibiotici, tachipirine, insulina, pannolini, pasta olio, tonno, tra le altre cose. Ma anche prodotti per l’igiene personale, alimenti a lunga conservazione, coperte e piumoni, abbigliamento. L’Ucraina chiama, Alberobello risponde.
La Capitale dei trulli ha avviato una raccolta in favore della popolazione colpita dalla guerra. Chiunque voglia aiutare le famiglie dei territori provati dal conflitti può contribuire portando il necessario nella sede della Protezione civile di via E.Acquaviva 16 (nei locali sottostanti all’asilo nido comunale). i volontari del Ser accoglieranno le donazioni dal lunedì al sabato dalle 9 alle 12 e dalle 16 alle 18.
«Il modo migliore per esprimere vicinanza e solidarietà è farlo con gesti concreti – dice l’assessore alle Politiche Sociali Anna Piepoli – per questo abbiamo subito fatta nostra la richiesta di aiuti alla popolazione Ucraina a cui va tutto il nostro sostegno e l’abbraccio della comunità alberobellese. Invito i cittadini a contribuire numerosi donando quanto è nelle possibilità di ciascuno. Siamo certi che anche in questa occasione Alberobello, terra di accoglienza, di pace e di integrazione, nel segno di quelli che sono i valori dell’Unesco non farà mancare il proprio contributo».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: